ANCHE QUEST’ANNO IL PIANO FERIE NON TI SODDISFA: PROPONI AL TUO CAPO UNA SOLUZIONE EFFICACE E GODITI FINALMENTE LA FESTA.

Rumors:

  • mancano 12 giorni a Natale e il piano ferie non è ancora stabilito…io vorrei prenotare la vacanza…i prezzi aumentano…e anche il mio stress;
  • quest’anno prenderò 10 giorni di fila, non mi interessa se al front office non ci sarà nessuno!
  • non ho mai chiesto ferie tra Natale e Capodanno per aiutare le colleghe mamme, ora basta tocca a me!
  • ho prenotato il viaggio di due settimane per i titolari dello Studio e io debbo rimanere a presidiare l’ufficio perché la chiusura totale non è ammessa, ma perché? Non capisco…

La lista delle lamentele potrebbe continuare…in prossimità del periodo di ferie in occasione delle festività il malumore tra i dipendenti negli uffici si diffonde causando perdita di produttività e cattiva pubblicità tra i clienti.

Tu, come dipendente, cosa puoi fare in prima persona per cambiare questo scenario che non ti piace?

Hai mai provato a renderti attore principale anziché comparsa, a recitare un nuovo copione, a superare l’inerzia dei tuoi datori di lavoro, a prendere in mano la situazione?

Probabilmente no. Il timore che qualsiasi tua iniziativa avrebbe portato contrasti con i colleghi e i capi ti ha fermato.

Metti ordine ai pensieri e prova a passare all’azione. Cosa potresti fare?

Ti suggerisco il metodo “aggira l’ostacolo” che non significa “scappa dal problema”, ma trova la soluzione che fa per te, chiedi aiuto ad altri, fai brainstorming con loro, copia chi è riuscito ad ottenere un buon piano ferie e se puoi intervistalo, proponi azioni concrete che ti portino là, proprio dove vuoi andare.

Se per le vacanze invernali è tardi, poniti come obiettivo quelle estive.

QUESTO E’ LO STRUMENTO CHE TI AIUTERA’:

  1. scrivi la richiesta a cui tieni di più in relazione alle tue ferie;

  2. rileggila e prova a scomporla in tante piccole richieste;

  3. metti in ordine di probabile attuazione le piccole richieste (da quella più possibile che ti possa essere concessa alla meno probabile);

  4. invita i tuoi colleghi a fare lo stesso, ognuno individualmente, spiegandone con precisione e chiarezza la motivazione. Le buone idee, per essere attuate, devono essere comprese e appoggiate da chi fa parte della stessa squadra. Metti in conto la possibilità di incontrare diffidenza e poca collaborazione. Cosa puoi fare in questo caso? Se i colleghi interpellati non mostrano un grande entusiasmo per questa idea, puoi scegliere di procedere con una loro diversa che abbia lo stesso obiettivo o di sviluppare la stessa in maniera differente, accogliendo i loro suggerimenti. L’obiettivo deve essere quello di farne una lista unica di richieste da proporre al capo;

  5. riunisci i colleghi, confronta tutte le liste, aiuta chi non è riuscito a completarla, chiedi il loro parere e pretendi trasparenza. Il merito di ogni lavoro di gruppo va sempre diviso con chi ha partecipato e ha anche aiutato a perfezionarlo. Potrebbero occorrere più incontri, scegli i momenti più adatti, è bene procedere a piccoli passi, la posta in gioco è alta, tutti dovrebbero partecipare con entusiasmo, a te il compito di convincere gli scettici o motivare chi si scoraggerà durante il percorso;

  6. non dimenticare che da questo progetto devono emergere i vantaggi concreti per l’azienda/studio;

Ora che il nuovo piano ferie è pronto, non resta che illustrarlo a chi dovrà dire di SI!

Sarà il passo più facile perché si tratta del Vostro piano ferie, ampiamente discusso e condiviso, il risultato di un buon lavoro di gruppo in cui credete che certamente stupirà chi per la prima volta lo ascolterà.

 

L’inventiva e l’intraprendenza dei dipendenti è, infatti, sempre ben accetta e questo sarà l’ingrediente che spingerà alla sua approvazione.  

 

Buone vacanze e se ti va, scrivimi e fammi sapere come è andata!

coach@mariagraziadellacasa.it

Contattami per cambiare volto al tuo lavoro.

SCOPRI IL PERCORSO

Vuoi valorizzare il tuo studio professionale?

La gestione tradizionale del tuo studio non ti soddisfa più?
Vuoi migliorare le relazioni interne ed esterne allo studio?
Vuoi sapere quanto vale oggi il tuo studio?

Ecco il mio percorso di fiscal coaching per gestire al meglio lo studio professionale, risparmiando tempo, risorse ed energie.

SCOPRI IL PERCORSO

Rivolgiti a me per un intervento rapido ed efficace. Ti aspetto!