Risorse preziose da coltivare insieme

Maria Grazia Dellacasa – coach per il lavoro

Da alcuni giorni ascoltando i miei clienti durante i colloqui di coaching su Skype o Zoom, ho constatato con immensa gioia che tutti, ognuno con la propria modalità, stavano cercando di assestarsi in questa nuova realtà cercando di tirar fuori la migliore versione di se stessi, che non significa essere perfetti, e tutto questo nonostante si trovassero in una fase lavorativa non felice, ad esempio perché:

• il loro lavoro attuale non era più quello adatto;
• per difficoltà relazionali con colleghi o superiori;
• volevano crescere e riorganizzare la loro vita professionale per renderla più aderente ai propri bisogni che nel tempo erano cambiati rispetto all’inizio della loro carriera;
• desideravano riavvicinarsi al mondo del lavoro che avevano lasciato per dedicarsi alla famiglia;
• stavano mandando in giro il loro cv perché dimissionari;

e per mille altre situazioni lavorative e personali che li rendevano insoddisfatti.

Nessuno ha rinviato i nostri colloqui e tutti hanno portato a termine le azioni che insieme avevamo pianificato.
Questa reazione positiva alla situazione di emergenza che stiamo vivendo deriva dalla capacità di attingere a risorse interne, scoperte e coltivate durante il nostro percorso di coaching.
In particolare, riuscire a far buon uso della resilienza, ossia l’arte di adattarsi ai cambiamenti, di riorganizzare positivamente la propria vita dinanzi alle difficoltà, e della proattività, ossia la capacità di non subire passivamente un evento, ma al contrario scegliere di agire, essere intraprendenti.

Resilienza e proattività sono termini che trovo spesso nei curricula che esamino, ma troppe volte sono frutto di un “copia e incolla” senza di fatto essere vere risorse del candidato. Sono invece abilità molto importanti che, se fatte proprie, rappresentano una grande risorsa: l’emergenza Covid-19 è certamente una di queste.

Il coach può essere il tutore di resilienza e proattività, quella persona capace di trasmettere fiducia e stimoli, di incoraggiare la capacità del singolo a trasformare le situazioni stressanti, i cambiamenti, in opportunità di crescita e di sviluppo personale.
Aiutare le persone a riconoscere e valorizzare le proprie risorse interne, a trovare gli strumenti da utilizzare per superare la crisi e raggiungere così un nuovo equilibrio, la poltrona comoda ove riposare per qualche istante, pronti a ripartire con più energia di prima quando sarà necessario ancora una volta.

Stare forzatamente a casa per molti giorni ci spinge a riflettere sulla nostra condizione familiare, affettiva, lavorativa. Come career coach ipotizzerò alcuni scenari:

Lavori da casa come freelance e già eri abituato a farlo. La differenza è che sceglievi tu il momento in cui farlo: ora sei obbligato a farlo tutti i giorni e per tutto il giorno. Riesci ad organizzarti al meglio? Come ti senti? La famiglia ti lascia lavorare in tranquillità?
Lavori da casa come dipendente e non lo hai mai fatto prima. Hai le competenze necessarie? Acquisirle in velocità ti procura stress? Come affronti i problemi tecnici? Come gestisci il tempo? Il tuo cellullare non ti da tregua? Come curi le relazioni a distanza?
Stai continuando a lavorare presso il tuo abituale luogo di lavoro e non sai come fronteggiare l’incertezza e i cambi di programma quasi giornalieri? Come gestisci la paura? E i rapporti con i colleghi?
Sei il titolare di uno studio professionale che non ha mai usufruito dello smart working: funziona così bene che pensi di utilizzarlo anche dopo l’emergenza, oppure lo stai vivendo con grande ansia e nervosismo trasmettendolo a tutto lo staff?
Ti sei appena laureato ed eri pronto per affrontare i colloqui di lavoro che al momento sono stati annullati. Non sai come muoverti. Sei sicuro che il tuo cv non possa essere migliorato, così come il tuo profilo LinkedIn? È forse il momento di allargare la tua rete? E se aumentassi le tue competenze seguendo corsi online?
Sei disoccupato e ti manca la spinta per costruire un piano giornaliero di ricerca attiva di lavoro. Ti stai chiedendo se il mercato del lavoro dopo l’emergenza, ma anche durante, cambierà e se si potranno aprire nuove opportunità di lavoro per te, ma non sai come individuarle?

Rendi questi giorni preziosi, resilienza e proattività sono soft skills sulle quali spesso bisogna lavorare… insieme, ovviamente con Skype 😉